seminare_amore
Home Sommario Preferiti Idee Foto

Mail Me

Pittura Seminare Amore Soffio Vitale Arte Digitale Caffè d'Autore Oreficeria Artistica
 

 

Il bel racconto di Marco Miglio si apre con una dimensione onirica, il racconto di un sogno, che già contrassegna toni e significati della narrazione. Il simbolismo del pozzo di acqua pura, apparso sulla spiaggia, cui il protagonista, nel sogno, si disseta è dichiarato, poiché l’acqua, simbolo di purezza, indica il candore del narratore ed il suo intatto amore per la vita, la sua fiducia verso gli altri, nonostante disinganni e delusioni. Di fatto, l’acqua ed il mare non sono solo uno sfondo ma in qualche modo divengono protagonisti, insieme alla terra, sottolineando il valore di viaggio interiore e di ricerca di senso della vita del protagonista.Se il mare rappresenta la ricerca, l’avventura, il viaggio, la terra è invece la solidità e la ricchezza degli affetti sui quali costruirsi la vita. Anzitutto la famiglia, la mamma cresciuta a Deauville, tra i profumi della Normandia, poi sotto la polvere delle fontane di Villa Torlonia,

nel cuore di Frascati, l’incontro con il padre, dal cui amore nascono i quattro figli, di cui il protagonista è il primogenito. Tanti gli amici dalle vite così diverse, Mauro, partito come volontario per l’Iraq, che vive la solitudine ed il distacco dalla compagna e dal figlio; Massimo, amico recente ma autentico, con il quale confidarsi e Carlo, vero maestro di vita e di arte, prematuramente scomparso, ma ben vivo e presente nelle scelte di vita del protagonista. Tutti affetti solidi e capaci di lasciare un segno, affetti che non sono un impedimento alla piena realizzazione dei propri sogni, ma danno slancio e senso alla vita.
Del resto, l’io narrante svela dalle prime pagine come sia l’amore il segno della propria esistenza, dichiarando apertamente… “E’ risaputo che per seminare, per seminare amore, bisogna esserci tagliati..” La semina ci rimanda alla terra, al suo fiorire e la fertilità diviene la parola chiave nella vicenda centrale del racconto, quella dell’imbroglio subito dal protagonista, cui vengono venduti una casa ed un terreno di straordinaria, apparente bellezza ed invece aridi e sterili.
 

Anche nella desolazione del fallimento del proprio progetto di vita, quello di condurre una vita attiva e contemplativa nello stesso tempo, coltivando quel terreno e cercando nelle espressioni artistiche la bellezza, però il protagonista trova, forse, un nuovo amore e certamente trova conferma alla validità della sua fede nell’amore.
Una donna incontrata nella stessa casa poi acquistata, con la quale ha condiviso innocentemente una notte gli lascia nel salutarlo un suo foulard ed una foglia di betulla dove aveva inciso il proprio numero di telefono, aprendogli una prospettiva di riscatto. Una donna nella quale riconoscersi, nella dimensione più profonda di unione spirituale e fisica, perché “…anche lei cercava di seminare l’amore che aveva dentro...”. Una prospettiva, una speranza, una possibilità, particolarmente importanti dopo la perdita drammatica di un altro amore, raccontata in brevi ed intense battute. E diviene chiaro, a questo punto, il significato del titolo, “Seminare amore”.
La ricerca della bellezza traspare nella descrizione dei vari luoghi dove si snoda il racconto, luoghi assai diversi, da S. Benedetto del Tronto, alle campagne Prenestine al romano quartiere Coppedè. Una bellezza che non è fine a se stessa, bensì assume un grande valore religioso, di “dono d’amore” al mondo, come conferma la citazione di Giovanni Paolo II, dalla lettera agli artisti “.. A quanti con appassionata dedizione cercano nuove epifanie della bellezza per farne dono al mondo della creazione artistica”.
Amore, dunque, in tutte le sue variegate espressioni, cui restare fedeli anche nelle delusioni, per non diventare, sotto i colpi del destino, un “mister Hyde che assorbe tutte le negatività che lo circondano”.
Amore, appunto, per seminare e seminare per amore.

Filomena Fotia

Seguilo su 

 

Biografia Critica Bibliografia Opere Recensioni Rassegna Stampa
Precedente Home Su Successiva

Copyright © 2014 – Tutti i diritti riservati. Le immagini e i testi pubblicati in questo sito sono tutelati dalle norme sul diritto d’autore. E’ Vietata la pubblicazione senza l’esplicito consenso dell’autore. L’artista pertanto mantiene il diritto esclusivo di utilizzazione economica delle opere in ogni forma e modo, originale e derivato.